#motionless

È un’inesplicapile complicanza
il lascia passare per la tristezza
giunta sotto braccio
al senso di solitudine.

Io e voi
siamo animali sociali.
Abbiamo bisogno degli altri.

Irrinunciabile, quasi doveroso
il desiderio di calore
di vicinanza
di attenzione
di accudimento.
Pena la vita.

In un vano tentativo di scampo
da quel vociare sprezzante
che minaccia di lasciare Pollicino
senza le sue briciole di pane
gioco d’anticipo.

E invece di accogliere
a braccia aperte
la bambina timorosa
abbracciarla,
rassicurarla,
tenerla per mano
La proteggo nascondendola.
Inizio a correre veloce
per prendere tutto
come se potesse sfuggirmi
da un momento all’altro.

Ma chi la vede davvero non fugge,
non scappa,
non fraintende.
Chi la ama davvero rimane,
insiste,
persevera.
Anche mentre lei rimane lì
ferma ad osservare.

Devo dare il tempo
all’altro
di capire se ha bisogno di me.

Se gioco d’anticipo
non lo sapró mai
se non quando mi risveglieró
felice o affranta.
c.