#pastime

Lei era sempre stata brava
Ad adeguarsi alla distanza
Ad allontanarsi
Qualche metro in più dell’altro.
Aveva letto da più parti
Che il desiderio
Rimane tale
Fino all’istante prima
Di soddisfarlo
Poi svanisce
O si trasforma.
È questo il lieto malinconico fine
O la metamorfosi
Della loro folle vicenda.
Si accorsero da soli
Di aver smarrito la strada
E di essersi smarriti tra loro.
c.

image

#packyourbags

Raccogli tutti i tuoi affetti
Non lasciare in giro nulla
che ti appartenga
Rispolvera quella vecchia valigia
L’unica che può contenere
Tutti i pezzi di te
Quei pezzi che hai sparso
Strada facendo
E che non sono serviti
A ritrovare la strada di casa
Ma ti hanno fatto credere
Di allontanarti
Con la speranza di poterci tornare
Appena lo avresti desiderato.
Raccoglili adesso
E rimettili insieme
In un ordine nuovo
Diverso
Ma che ti faccia respirare
Quell’aria familiare
Che per un attimo ti è parsa viziata
E che invece è l’ancora
Che può ancora una volta
Salvarti
E fermare
Il movimento involontario e convulso
Del quale hai perso il controllo.
Ricomponiti.
c.

image

#bewitchment

Fredde e spettrali illusioni
Fotografie sbiadite e consumate
Di eleganti aristocratici
Amanti raffinati di piaceri volgari
Con i volti contratti e segnati
Da inquietanti sorrisi
Immobili fra ozio ed inerzia
Si posano
Sulle ombre popolane e zelanti
Che danzano disinvolte e distratte
A piedi nudi sulla sabbia
E qui avvizziscono
E scompaiono
Arse dal fuoco di trepidanti sorrisi.
È un attimo.
E ritornano con fare distinto
A ricordare che è stata soltanto
Una breve e meravigliosa malìa.
c.

image

#redcircle

Lei lo aspettava.
Succedeva spesso.
E lui arrivava puntuale
Quando il tempo era scaduto.
Non si scusava per il ritardo.
Ma lo sapeva
E lo diceva
Di arrivare quando il bisogno
Non era più sotto controllo.
E chiedeva il suo aiuto
Per tornare a vivere la sua vita
Senza di lei.
E lei pensava.
E lo aiutava.
Non perché fosse buona
Ma perché questo aiutava anche lei
A tornare a vivere la sua vita
Senza di lui.
E continuava scorrendo lentamente
L’alternarsi di confidenza ed estraneità
Che sembrava doversi concludere
Ogni volta
E che ogni volta li vedeva
Riavvicinarsi
Con lo scopo di mantenersi distanti.
Si narra di Sisifo
Condannato per l’eternità
A spingere il suo masso
E si narra che
Ogni volta che arriva in cima al monte
Il masso rotoli giù
Ancora
E ancora
E lui continua a spingerlo
Verso la cima del monte
E la storia si ripete.
Ancora
c.

image

#converse

E rimani lì
Ad ascoltare il veloce flusso di pensieri
Che sembrano impazienti
Di prevalere l’uno sull’altro
Arrivando a mescolarsi tra loro.
E rimani lì
Ancorata alla realtà
Conducendo strenui tentativi
Per distinguere
Quello che è davvero successo
Da quello che hai soltanto immaginato
Quello che ha davvero detto
Da quello che hai creduto di udire
Un bambino
Da un uomo.
E rimani lì
Confusa
Ancora una volta.
c.

image